ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO LE COLONNE DI ABANO

LOGOLe Colonne di Abano nascono a Marzo 2014, proprio all'ombra della colonna sita nel Montirone, come comitato spontaneo di un gruppo di cittadini che si riunisce senza intenzionalità partitica.

E' una organizzazione autonoma che si prefigge programmi nell'intento di conseguire risultati di ordine pratico in campo culturale e sociale, facendo leva sugli spiriti più liberi e le competenze più avanzate.

Dopo un anno di attività sul territorio decidono di costituirsi in Associazione di Volontariato, nascendo una seconda volta, in maniera ufficiale, il 14 Gennaio 2015.

L’IMPEGNO:

Come Le Colonne di Abano amiamo il passato della nostra città e desideriamo per lei un futuro ricco e prospero di cultura. Ci impegniamo pertanto in questo presente per: mantenere vivi i luoghi storici di Abano, far scoprire le sue radici ad un più ampio pubblico possibile, mettere in luce le bellezze che hanno reso Abano splendente.

Oggetto della nostra attenzione primaria è pertanto il ripristino e la rivalutazione di un ambiente storico- paesaggistico ed architettonico di ancora notevole valore nonostante le ingiurie del tempo e degli uomini, in un contesto di attività che spaziano dal campo artistico a quello sociale, sollecitando per questo quel vigoroso rapporto umano che è alla base di ogni civile convivenza.

LE INIZIATIVE:

Le proposte de Le Colonne di Abano sono tra le più svariate, dalle visite guidate in aree archeologiche agli itinerari tematici rivolti a giovani e meno giovani che hanno desiderio di approfondire le loro origini.

Si desterà anche l'interesse dei meno curiosi con serate animate e per i più tecnologici proporremo corsi di elaborazione grafica.

Le competenze de Le Colonne di Abano si mettono inoltre al servizio dell'archivio comunale per un'eventuale ripristino e riordino dei preziosissimi documenti.

In una visione lungimirante, se pur ideale e con spirito sempre rivolto alla realtà delle cose, è importante per noi aprire uno squarcio di luce su quel paesaggio affascinante benchè forse irraggiungibile e quasi mitico, che l'istinto più illuminato perennemente ricerca.

L'opportunità per Le Colonne di Abano di lavorare nel territorio, farà risvegliare il Romanticismo ottocentesco, rivolto alla ricerca del nostro passato oscuro e troppe volte bistrattato, ricoperto di polvere e cenere.

La rinascita di una cittadinanza più unita e più attenta alla nostra identità volta alla difesa della propria identità culturale storico-paesaggistico e artistica.